Back News Notizie dal mondo

Notizie dal mondo

Continuano le importazioni da record di carni suine da parte della Cina

Anche nel terzo trimestre 2016 la Cina ha registrato importazioni record di carni suine fresche e congelate, registrando un incremento tendenziale del +160%. Complessivamente il quantitativo acquistato all'estero da luglio a settembre ha superato le 515 mila tonnellate, mentre il dato cumulato dei primi nove mesi dell'anno è risultato pari a 1,3 milioni di tonnellate. La forte crescita dell'import cinese è dovuta alla scarsità della produzione nazionale rispetto alle esigenze della popolazione, a seguito di un calo del patrimonio suinicolo e dalle nuove norme ambientali che impediscono agli allevatori di incrementare il numero di suini allevati. (i.c.)

Settore suinicolo UK: timori per il futuro post-Brexit

La National Pig Association, una delle principali associazioni di categoria dell'industria suinicola del Regno Unito, ha recentemente condotto un sondaggio tra le imprese del settore britannico delle carni suine legato alle conseguenze della Brexit. Il sondaggio ha evidenziato che la principale fonte di preoccupazione degli operatori è legata alla possibile necessità di sostituire la manodopera aziendale, al momento costituita perlopiù da immigrati provenienti da altri paesi dell'Unione Europea. (i.c.)

Moldavia: primi casi confermati di peste suina africana

La Moldavia ha confermato i primi casi di peste suina africana, riscontrati in due piccoli allevamenti suini situati nel nord del paese. L'autorità per la sicurezza alimentare ipotizza che il virus abbia raggiunto il territorio moldavo tramite un soggetto privato di ritorno dall'Ucraina, che avrebbe portato con sé della carne suina contaminata. Il governo ha già avviato le prime misure sanitarie per prevenire ulteriori casi e ha sospeso le importazioni di carne di maiale dall'Ucraina. La preoccupazione per una possibile espansione della malattia cresce anche in Romania, dato che le aziende moldave colpite si trovano molto vicine al confine comune tra i due paesi. (i.c.)

Francia: presto al via test per la legge COOL su carni e latte contenuti in prodotti trasformati

La Commissione Europea ha accordato alla Francia la possibilità di testare per un paio di anni l'indicazione in etichetta dell'origine di carni e latte contenuti come ingredienti in prodotti trasformati. L'indicazione sarà obbligatoria qualora un prodotto contenga almeno l'8% di carne e il 50% di latte e dovrà riportare: per la carne, dove l'animale è nato, allevato e macellato; per il latte, il luogo in cui esso è stato raccolto, trattato e confezionato. Quando tutte le fasi si svolgono nello stesso paese sarà possibile utilizzare solo il nome dello stato come origine. La prova avrà inizio il 1° gennaio 2017 e sarà in vigore fino al 31 dicembre 2018. (i.c.)

Cina: via libera all’import di carni suine fresche provenienti dall’Italia

La Cina si prepara a riavviare le importazioni di carni suine fresche dall'Italia, dopo aver riconosciuto il nord della penisola libero dalla malattia vescicolare dei suini, area dove tra l'altro si concentra la maggior parte della produzione suinicola italiana. La decisione arriva diciassette anni dopo l'introduzione del divieto da parte di Pechino, con un tempismo perfetto viste le recenti crescenti richieste di carne suina da parte del mercato cinese. (i.c.)